Se sei capitato qua, su questo articolo è perché probabilmente sei interessata/o a corsi di gruppo come GAG, Pump, Circuit training, pilates ecc…

Corsi di gruppo divertenti e stimolanti, che possono aiutare a migliorare il proprio stile di vita.

Attività più aerobiche per migliorare la composizione corporea; corsi olistici per migliorare mobilità; lezioni ad alta intensità per scaricare il nervosismo e lo stress. E chi più ne ha più ne metta.

Tutte le palestre al mondo offrono corsi di gruppo. Ce ne sono molti più di quanto tu che adesso stai leggendo possa immaginare. Tutti con nomi ormai stravaganti e con metodologie di approccio talvolta ambigue.

Anche noi offriamo corsi di gruppo di diverso genere. Dalla ginnastica posturale allo yoga, dalla skill zone alla boxe thailandese.

Eh bene qual è la novità ti domanderai? Nessuna.

 

In questo articolo voglio fare una riflessione, o meglio, voglio presentare quella che è la nostra concezione dei corsi di gruppo.

Un’idea anticonvenzionale, fuori dagli schemi delle altra palestre a Parma, completamente controcorrente.

La nostra concezione (in generale) dell’attività fisica in palestra parte da una base imprescindibile: la qualità prima.

Questo concetto ormai passato di moda, non solo a Parma, noi ce lo teniamo ben stretto. Che si tratti di sala fitness, di lezioni one-to-one o di corsi o di quel che volete. La qualità deve essere elevata e deve saper rispondere alle aspettative e, soprattutto, alle necessità e ai bisogni dell’individuo.

Quando parliamo di individuo stiamo parlando proprio di te che stai leggendo.

Portare la persona al centro di un corso di gruppo è difficile.

Per questo la maggior parte delle palestre di Parma se ne interessa relativamente poco (quando accade).

E’ molto più semplice riempire una sala corsi il più possibile 15, 20, 30 persone contemporaneamente.

Decidere quali esercizi fare, scegliere il protocollo di allenamento e poi farsi letteralmente mimare dai 20 partecipanti.

Dovrebbe essere illegale.

Pensare di poter gestire così tante persone, così tanto diverse e con problematiche differenti in un corso è un’utopia.

Un istruttore ha, generalmente, 2 occhi. Sono pochi per correggere i movimenti di 20 persone. Sono pochi per gestire 3 persone contemporaneamente.

Proprio recentemente mi è capitato di sentire “il mio corso è limitato a 14 persone” con tono chiaro, deciso e convinto. Complimenti! Per un corso di cucina o di uncinetto andrebbe benissimo.

Questo vale se la palestra in cui andate preferisce investire sulla qualità, se invece avete altre 13 compagne di corso allora credo sia lecito pensare che l’amministrazione della vostra struttura sia più interessata ai vostri soldi che alla vostra salute. Mi dispiace. O forse no.

Non mi dispiace perché è giusto che ci siano persone che pagano per mimare, oggi, degli istruttori proiettati su un telo.

Non mi dispiace perché sono le stesse persone che si ritrovano senza risultati, con qualche problema in più e alleggeriti nel portafoglio.

 

Per questo la nostra palestra si veste degli abiti anticonformisti e conduce una guerra ad una sola direzione.

Il motivo è semplice, se hai l’onestà intellettuale e l’ETICA necessari per capire l’entità del danno devi opporti.

Abbiamo deciso di ridurre, da anni, il numero massimo di iscrizioni per ciascun corso di gruppo.

La Skill Zone da me curata ha un tetto massimo standard di partecipanti limitato a 6. Limite che viene DIMEZZATO  a 3 partecipanti per sessioni particolari di agility o stamina.

Lo Yoga, introdotto a inizio 2020, ha un tetto massimo di partecipati pari 9 persone.

La Muay Thai, disciplina affascinate, ha un tetto massimo di 6 partecipanti.

La ginnastica posturale ha un tetto massimo di 8 partecipanti.

I nostri istruttori dopo aver presentato la lezione dedicano il restante tempo a correggere, controllare, nel caso, a personalizzare.

Meno persone equivale a meno abbonamenti. Vero.

Ma allo stesso tempo per noi vuole dire maggiore qualità, maggiori risultati, maggiore servizio.

Quindi se sei arrivato fino a qui nella lettura e non l’hai ancora fatto, prova a pensare e confrontare quello che fai o che hai fatto con l’impostazione che ti è stata proposta.

 

Ma alla fine continuerai a scegliere la quantità o deciderai di sposare la qualità?

 


Se ti sei perso qualche articolo qua sotto troverai gli ultimi inseriti. Fit Planet palestra a Parma dal 2000. Ti aspettiamo!!

 

 

  • Riscaldamento in palestra: facciamo chiarezza.
  • Lo Yoga è arrivato alla Fit Planet
  • Genetica: quanto conta nel bodybuilding?
  • Ipertrofia muscolare: la ricerca eterna.
  • Schiena: quali muscoli e come allenarli.